Cubetto, arriva il giocattolo creato con Arduino che introduce i bambini alla programmazione

Cubetto Primo. (Foto: Primo)
Cubetto è un robot. La sua forma s’intuisce dal nome. La copertura esterna è di compensato leggero con una faccina simpatica disegnata su una delle sei facciate. Nella base, due ruote che gli servono per spostarsi e due appoggi per l’equilibrio. E ora arriva il bello: lui si sposta seguendo le nostre istruzioni, o meglio, le istruzioni degli utenti per i quali è stato ideato: bambini dai 4 ai 7 anni. Continua a leggere

La 3D Robotics lancia “Solo”, per creare riprese aeree mozzafiato

APR 3D Robotics “Solo”. (Immagine: 3D Robotics)
Immagine: 3D Robotics
I filmati creati usando gli APR (aeromobili a pilotaggio remoto) sono sempre spettacolari, a prescindere dal soggetto. Ma riprese perfette, quando si tratta di paesaggi in movimento oppure di una vista dall’alto che giri intorno a un punto fisso, sono difficili da ottenere. Con il nuovo APR della 3D Robotics, invece riprese di qualità professionale saranno alla portata di molti. Continua a leggere

Full Grown: Ecco come coltivare sedie e tavoli dalla natura

Foto: Full Grown
Foto: Full Grown
A 15 miglia a nord di Derby, in Inghilterra, si trova l’appezzamento di un ettaro della Full Grown, ditta di design di articoli di arredamento. Il numero di articoli, al momento, è ridotto: sedie, tavoli, lampade e cornici per specchi. Quello che rende questi prodotti molto speciali, è il fatto che siano fabbricati seguendo il ritmo di crescita degli alberi da cui viene ricavato il materiale per realizzare tali prodotti. Gli alberi possono essere salici, querce, frassini oppure platani. Continua a leggere

Le suole stampate in 3D che migliorano le prestazioni degli atleti

Foto: EOS
Foto: EOS
La ditta statunitense New Balance Athletic Shoe scommette sulla personalizzazione per ottimizzare le potenzialità degli agonisti nel mondo dell’atletica. Insieme alla ditta tedesca EOS -Electro Optical System-, specializzata in soluzioni per l’e-manufacturing, sviluppa il modello di una nuova scarpetta chiodata disegnata su misura. Non si tratta soltanto di corrispondere alla dimensione esatta del piede; il progetto è molto di più. Continua a leggere

“Non chiamatemi drone”

Foto: Make:
Foto: Make:
Drone. L’uso di questa parola sta creando un po’ di controversia nel mondo degli hobbisti; soprattutto di quelli amanti del modellismo radiocomandato.
Il modellismo radiocomandato esiste da molto tempo, ma è solo dal 2013 che il settore ha una crescita esplosiva e un grande riverbero mediatico, col rischio concreto che i milioni di nuovi simpatizzanti di aeronautica che negli ultimi due anni sono venuti in possesso di un multirotore, magari ricevuto in regalo, lo usino senza molta preparazione né consapevolezza di ciò che hanno tra le mani. Continua a leggere

Arriva “bone cement”, il biocemento per rigenerare il tessuto osseo con la stampa 3D

Bone cement. (Foto: www.3ders.org)
Foto: www.3ders.org
Si chiama bone cement l’innovativo materiale biologico sviluppato da un team di scienziati russi, che può essere erogato dalla stampante 3D intervenendo direttamente sulle ossa fratturate, allo scopo di rigenerare il tessuto osseo. Si tratta di un materiale di origine animale che grazie al suo rapido assorbimento all’interno del tessuto osseo del paziente, permetterebbe una degenza molto più veloce. Continua a leggere

Intervista al Direttore di ConfCommercio Dr. Gianluca Deriu

Direttore Deriu, solo per citare gli ultimi due, nell’arco del 2013 – 2014, in Sardegna, tanta strada è stata fatta sui temi dell’innovazione, ponendo come sempre la Sardegna all’avanguardia tanto nelle politiche pubbliche quanto nei comparti produttivi, in particolare quello delle startup e delle tecnologie.
Il 2015, forte anche delle attività condotte nella Sardegna centrale in particolare da ottobre in poi, si preannuncia un anno auspicabilmente denso Continua a leggere

La NASA ci fa viaggiare virtualmente nello spazio aiutata dalla stampa 3D dell’asteroide Vesta

Asteroide Vesta. (Foto: 3D Printing Industry)
Foto: 3D Printing Industry
La conoscenza dello spazio da parte degli scienziati continua ad aumentare e, allo stesso modo, cresce la necessità di condividere questo bagaglio con la gente comune. Non è la prima volta che la NASA fa uso della realtà virtuale e dei modelli stampati in 3D per la divulgazione scientifica. Dopo aver scrutato a lungo la Luna, questa volta sceglie un asteroide poco conosciuto: Vesta. Continua a leggere